L’ultima neve

Con qualche settimana di ritardo, le foto dell’ultima neve, a Pasquetta. Sono state scattate tutte al Passo delle Radici tra Lucca e Modena sul nostro Appennino con la mia piccola Sony.

A few weeks late, here are the pictures from Easter Monday and the last snow at Passo delle Radici on Appennino, between Tuscany and Emilia Romagna. All of them taken with my little Sony.

 

For more  This is an Insight on Facebook
Translate me  Google Translate

Dolore, radici

Il dolore è arrivato in un modo strano. Non mi aspettavo lacrime, commozioni improvvise e mancanza di respiro, perché non mi appartengono: difficile da accettare, ma sto imparando a convivere con me stessa.

Il dolore si è introdotto come attraverso una piccola canula, così da diffondersi lentamente in me e restare con me per tutta la giornata.

Si è trasformato in un senso di mancanza profondo e ancestrale nei confronti della mia terra natale non appena ho visto una banale foto su Whatsapp. Il dolore ha azionato il promemoria delle radici, che sono lì a sorreggermi silenziosamente ma sempre pronte, all’occorrenza, a dare l’allarme come sirene. Immobili eppure sensibili agli smottamenti, hanno bisogno di aggiustarsi entro il loro centenario terreno.

Le radici scatenano una sensazione di trascinamento verso il basso, mi ricordano che non posso ignorarle. Che, per ogni persona che mi lascia laggiù, un pezzetto di loro si tramuta e pertanto io dovrei essere là a testimoniare, lasciare che l’energia del momento imprima con tutta la sua forza, in me, questi scossoni che si chiamano vita.

 

For more  This is an Insight on Facebook

Translate me  Google Translate

You are here no more

Black and white

And just like that, You are here no more.

A day can start off with lots of plans and also give little joys, but then fifteen minutes is all it takes for you to get worse and worse, and your voice is only a memory now.

Have a safe journey, as discreet and strong as you have always been.

 

For more ☛ This is an Insight on Facebook

Translate me ☛ Google Translate

La vita lo sa

 

Quanta complessità contiene questa vita, che ti porta a scegliere quella città all’ultimo istante come destinazione per il weekend lungo.

Ti mette di nuovo a strettissimo contatto con problemi che hai da prima di aver vestito i panni di questa vita e ti strattona con forza e brutalità emotiva e fisica verso la soluzione.

Quanta complessità e insondabilità nasconde questa vita quando, tra una miriade di ristoranti da 5 stelle, uno soltanto solletica il tuo intuito e decidi addirittura di prenotare per non correre rischi.

Troppi nodi irrisolti quando l’Altro ti chiede dal niente: “E tu, hai mai pensato ad aprire un ristorante?” e lasci cadere una simile castroneria perché: “Ma che c’entro io coi ristoranti? Io ci mangio e basta!”.

Ma alla fine della serata quella adorabile oste, di cui ti sei innamorata, è stata una delle figure di riferimento nel tuo lavoro per quasi quarant’anni per poi aprire un fantastico, caldo e delizioso ristorante; così, prima di salutarti, dispensa consigli, conferma le tue stesse paure, ti fa sentire a casa.

For more ☛ This is an Insight on Facebook
Translate me ☛ Google Translate

Like me, love me, share me

L’amore è in ogni dove. Su Facebook e Instagram in particolar modo. Le persone condividono immagini idilliache di coppia, magari sullo sfondo di bei paesaggi davanti ad un’invitante pietanza, senza però rinunciare al contempo ad un radioso sorriso o pose divertenti.

Ovviamente, nessuno ha interesse a mostrarsi nei momenti più bui della propria relazione.

D’altra parte, però, mi chiedo il perché di tanto ostentare e condividerecondividerecondividere.

Può esistere davvero tutto questo amore? O forse non sono stata programmata per provarlo & esibirlo secondo queste modalità?

 

For more ☛ This is an Insight on Facebook
Translate me ☛ Google Translate

Un pezzetto di cioccolata, l’Antologia di Spoon River, le parole di Cesare Pavese e della Pivano.
 
 Felicità.
 
 Buon sabato sera.
 
 
 For more ☛ This is an Insight on Facebook
 Translate me ☛ Google Translate