Apro la porta, leggo Erri De Luca

“Every novel is—at the beginning—the same opening of a door onto a completely unknown space”

Margaret Atwood for The Paris Review

Se l’affermazione di Margaret Atwood è esemplificativa del rapporto di un autore con il suo nuovo romanzo, io la ritengo altrettanto aderente al rapporto di un lettore con un nuovo libro.

Questo è successo l’altra sera aprendo Non ora, non qui di Erri De Luca.

Una porta si è aperta, come sempre, su un nuovo libro e sulla sua prefazione intitolata Venti Anni Fa, scritta dallo stesso De Luca. L’ignoto che mi ha sconvolta è rappresentato dallo stile, dalla bellezza dell’italiano che leggo.

Dopo tanto italiano piatto, un prosare tutto sommato piuttosto “scorrevole”, traduzioni un po’ scarse degli orginali stranieri, mi trovo finalmente faccia a faccia con un argomentare che mi sprona a entrare nei meandri della mia lingua, me ne restituisce un po’ della sua profondità e ricchezza.

Ecco alcuni passaggi che mi hanno colpita.

Nell’estate dell’88 eravamo stati convocati dalla magistratura milanese che ci chiedeva conto di alcune ore di seimila giorni prima. L’idea di procurarmi un alibi era per me stravagante.

Gli era capitato un figlio che aveva disertato il futuro sperato e acquistato per lui. […] Ero il figlio perduto, insieme alle pupille.

Ho fatto il mestiere più antico del mondo […] l’operaio […]. Ho saputo notizie precise e materiali del verbo lavorare. […] Scrivere è stato e resta per me il contrario, il tempo festivo dentro una giornata di corpo venduto per il salario. È stata il tempo salvato.

Mi aiutava […] avere la scrittura per accudimento. Per questo non posso usare il verbo lavorare per dire il verbo scrivere, che è un reddito ma resta attività festiva, intrusa dentro il giorno.

De Luca, Erri, Non ora, non qui, Universale Economica Feltrinelli, Milano 2013

 

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s