Bamboccioni terapeuti dei genitori

I cosiddetti”bamboccioni”, che non mettono su famiglia o tardano ad uscire dalla casa dei genitori, spesso non hanno i mezzi economici per farlo o, me ne sto sempre più accorgendo, provengono da famiglie normali ed emotivamente disastrate.

Parlo della famiglia come la vediamo o la viviamo ogni giorno, della bassa-media-alta borghesia, due o tre figli al massimo, una madre nevrotica, un padre troppo assorto da sé, figli che assistono a litigate agghiaccianti e fungono da psicoterapeuti.
Il loro contributo controbilancia lo status di bamboccioni.

Una persona molto saggia e competente della materia mi ha fornito una spiegazione calzante che mi ha stordita per la sua lineare lucidità.

Le famiglie vissute durante le guerre del 1900 avevano profondi problemi materiali cui far fronte: procurarsi del cibo, sopravvivere ad invasioni e aggressioni, mandare avanti il carretto con onestà e dignità.

Con il grande boom degli anni ’60, invece, il dramma ha mutato le sue forme; dalle mancanze esterne è andato ad occupare le mancanze interiori, a lungo messe a tacere per generazioni di fila.

Così si sono formati, sviluppati ed allargati nuclei famigliari lacerati da questioni come il patriarcato, il femminismo più o meno soffocato, disturbi vari, tutti incarnati nella relazione per eccellenza, ovvero quella di un uomo e di una donna che diventano genitori.

Il resto è storia. La storia delle “buone famiglie” e di quelle più apertamente disastrate, a cui i figli partecipano non esclusivamente come frutto dell’amore di due individui, ma piuttosto come testimoni di conflitti irrisolti, sempre uguali a se stessi.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s