Meno parlo, più sono io

Words are very unnecessary

They can only do harm

Anche tra migliori amiche, le parole possono essere di troppo.

Silence

Se, da una parte, mi sforzo di favorire lo scambio di vedute, sentimenti e frivolezze con gli altri, dall’altra realizzo che maggiore è il silenzio, più grande l’opportunità di conservare la mia integrità.

Ieri sera ero a bere qualcosa con le mie due migliori amiche: siamo tre persone molto diverse, con stili di vita, ambizioni e mire intellettuali differenti l’una dall’altra.

Di solito, spinte dal considerevole lasso di tempo tra gli incontri, facciamo un giro di aggiornamenti sugli ultimi avvenimenti e ci rendiamo conto che il racconto non è particolarmente spassoso. Chi non si stacca dalla routine, chi affronta problemi, chi noie, chi si pone domande: insomma, buttiamo sul tavolo le nostre angosce, mascherate da una serie più o meno nutrita di filtri.

Sta un po’ male, però, ammettere che non ci divertiamo così tanto come una volta, no? Allora dai, condiamo la quotidianità con sarcasmo, un aneddoto molto divertente e, se necessario, con feroce ironia.

L’autoronia, in particolare. Questo tentativo disperato di sottrarre pesantezza, secondo me non fa che infliggere il colpo più forte.

Nel tentativo di alleggerire le tue pene, vuoi riderci sopra;

ridendoci sopra, le acuisci;

acuendole, ci rideremo sopra tutti insieme solo per qualche secondo.

Esaurito il riso, l’amaro andrà a sedimentarsi nei cervelli degli interlocutori per esserne liberamente reinterpretato: prende la forma di giudizio, la miccia è stata innescata.

Per quanto siamo mossi da nobili intenzioni, la realtà è che giudichiamo in continuazione e, quando diveniamo consapevoli di essere al centro di tali giudizi, vorremmo estirpare dalla mente di chi ci ha ascoltato la confessione & i ricami che le si sono appiccicati.

ps: non bisogna che puntualizzi di chi sia la citazione di apertura del post Winking smile

 

For more ☛ This is an Insight on Facebook

Translate me ☛ Google Translate

2 thoughts on “Meno parlo, più sono io

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s